La nuova democrazia (dal Vernacoliere di Novembre)

Pubblicato: 4 dicembre 2013 in Vernacoliere
Tag:,

Il gran giorno, sognato, agognato, sospirato finalmente arrivò. Beppe si affacciò da Palazzo Venezia, poggiò i pugni sulle anche accoglienti e disse alla folla prostrata in adorazione: “Combattenti di terra, di mare e dell’aria, questo Paese ha bisogno della democrazia elettronica ed avrà la democrazia elettronica. Ah, se non sapete cos’è la democrazia elettronica, sul mio blog trovate libro + dvd a 5 euro e 99”. Urla di giubilo si levarono dalla piazza, tappi di spumante volteggiarono per aria e schizzi di sperma cadenzarono il grido “Ro-do-tà, Ro-do-tà”, che in quel frangente, onestamente, non c’entrava un cazzo. Il popolo era stato investito di un compito tanto grande quanto oneroso: da quel giorno non avrebbe più eletto i propri rappresentanti, ma si sarebbe sobbarcato ogni tipo di decisione. Era la nuova democrazia.

Dopo i vari iter parlamentari, venne fissato ogni punto della nuova disciplina: qualsiasi decisione riguardasse il Paese doveva essere presa sul blog di Beppe; chiunque poteva fare la propria proposta, in particolar modo chi cliccava sui banner pubblicitari.

Il Paese aveva in mano le sue sorti, era il protagonista, era stato finalmente responsabilizzato e la prima decisione che prese secondo responsabilità fu quella di impalare i vecchi governanti ed esporre le loro carcasse nelle principali piazze del Paese. Era la nuova democrazia. La seconda decisione fu quella di uscire dall’Euro. Una scelta soffertissima. Dei 47 milioni di aventi diritto, mercoledì 15 agosto alle 11 di mattina erano on line 15 persone che, all’unanimità decisero di andar fuori dalla moneta unica. Gli altri 46.999.985, pur avendo molto a cuore la faccenda, avevano troppo caldo per mettersi davanti a un pc.

Nelle settimane successive la rete decise di castrare i pedofili con martelli da 20 Kg, di dare un reddito minimo di cittadinanza di 3000 euro a testa e di non pagare più le tasse. Vennero revocati tutti gli scudetti della Juventus, furono cacciati via gli extracomunitari, si decise che i magistrati sarebbero entrati di ruolo non con un concorso ma tramite un contest su facebook. Il Paese andava alla grande, ma, stranamente, dopo un anno non c’era più nessuno: erano andati tutti via, forse ad esportare la democrazia elettronica.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...